Ikea non ha il monopolio delle polpette

Non amo mettere ricette su questo blog. Vorrei dedicarlo ad altro ma dopo aver sfidato McDonald,  oggi tocca alle polpette Ikea. Tutti siamo andati all’Ikea. Tutti abbiamo seguito le frecce sul pavimento. Tutti alla fine del percorso avevamo i piedi gonfi e un sacchetto da un chilo di polpette surgelate, un vaso e delle candele profumate. Adesso basta. Ecco la vera ricetta delle polpette svedesi.

köttbullar -polpettine svedesi

Ingredienti polpette
500 gr. Carne trita mista, macinata fine
200 gr. Pane grattugiato o patate lesse molto asciutte e schiacciate
150 ml. latte intero
2 cipolle bionde
1 uovo
sale, pepe e, secondo i gusti noce moscata, senape in semi e in pasta, zucchero grezzo.
Burro e olio di oliva per cuocere

Attrezzatura
ciotola per impastare
placca da forno
padella

Come si fa
Mettere nella ciotola il pane grattato e il latte. Lasciare che si intrida bene. Deve restare molto consistente e compatto. Per un sapore più delicato sostituire con patate lesse schiacciate.
Fare un trito molto fine con le cipolle e farlo stufare a fuoco lento in padella con un po’ di burro. Le cipolle devono prima sudare e poi disfarsi, rilasciando l’aroma e assolutamente senza imbiondire.
Quando sono pronte unirle al pane bagnato (o alle patate schiacciate) e miscelarle.
A questo punto va aggiunta la carne macinata. Per una buona riuscita di gusto e di consistenza la carne deve essere mista come assortimento (manzo vitello e maiale) e come consistenza. Va ricordato che la ricetta nasce per poter godere di tutti i tagli, senza sottoporli a cotture molto lunghe.
Si aggiunge l’uovo e gli aromi, si impasta fino ad ottenere una massa omogenea, morbida che si attacca alle mani.
Si fanno delle polpette piccole (2.5-3cm. di diametro) e le si dispone su una placca da forno unta con olio (o burro, se si vuole essere del tutto nordici), si aggiunge un bicchiere di brodo e si infornano per 25-30 minuti a 180°.
La ricetta autentica prevede la cottura in padella a fuoco lento e con la brace sul coperchio. Per noi che non abbiamo il camino ma il forno è meglio scegliere quest’ultimo.

A fine cottura togliere le polpette e mettere il fondo di cottura in padella con un po’ di brodo e pane grattato, fino a farne un sugo denso e lento e mettervi le polpette senza muoverle troppo per non romperle.
Servirle con abbondanti patate lesse, panna acida e lingonsylt -la composta di mirtilli rossi- e una vinagrette a base di aceto di patate( non si trova, si usa quello di mele), olio senape e aneto.

Hanno un sapore delicato, tendente al dolce che sposa perfettamente con i contorni e le salse e, soprattutto con il clima del Grande Nord.

Ricetta avuta dalla signora dell’albergo Attaché di Stoccolma – gennaio 2009

2 risposte a "Ikea non ha il monopolio delle polpette"

  1. maria domenica genovese ha detto:

    Da nord a sud.
    Nonna Aurelia , mezza sicula, mezza calabrese, diceva alle sue figlie che secondo lei mal educavano la prole (culinariamente, s’indende…) :” Le creature debbono mangiare vario e “leggero”. Non gli fate mai le polpette di ricotta!” . Ma orgogliosa qual era, teneva ben nascosta la ricetta , nella quale l’ordine in cui si mettono gli ingredienti è fondamentale per la riuscita della stessa. Ricordo che un natale (quando ero ragazza prendevo il mio treno da Milano a Torino e qualche giorno prima delcenone del 24 mi presentavo al suo cospetto per aiutarla nell’impresa epica di preparazione per una truppa di parenti che variava dalle 20 alle 30 persone. Ma questa èaltra storia) nonna Aurelia miregalò il segreto delle sue polpette. Condivido . Piccolo regalo natalizio.
    Polpettine di ricotta
    3 etti di ricotta 2 uova 2 cucchiai di parmigiano. In una terrina mescolare tutti gli ingredienti e poi, SOLO ORA, (qui il trucco) aggiungere 3 cucchiai di pangrattato , un po’ di prezzemolo e il sale. Si impasta di nuovo esi fanno delle polpettine che cuoceranno in una capiente casseruola in cui si mettono 2 dita di acqua , un po’ di olio evo, 2 spicchi d’aglio lasciati interi e ancora prezzemolo. Al bollore dell’acqua si aggiungono le polpette che cuoceranno per 15 minuti . In realtà non so mai i tempi di cottura. Quando sono sode, son pronte e ormai mi regolo su quanto pane grattugiato mettere, a seconda della ricotta, dell’estro, delle variabili. Piatto leggero che la nonna ci dava il venerdì…
    Mdomenica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...